Rivergaro

Rivergaro si trova a pochi chilometri da Piacenza, lungo la SS 45, ed è per questo un punto di riferimento fin dal Medioevo: una sorta di rifugio sulle prime colline in una posizione di comodo accesso.

Ha da sempre una spiccata vocazione turistica, grazie al paesaggio che lo circonda: rilievi collinari, il fiume Trebbia, rigogliosi vitigni e boschi di castagni e querce; si tratta sia di turismo di passaggio, essendo punto obbligato per l'accesso all'alta val Trebbia (esistono punti panoramici e un lungofiume attrezzato nel capoluogo), sia per quello residenziale con molte seconde case per vacanze. Numerosi sono gli agriturismi, trattorie e ristoranti, che propongono i piatti della cucina piacentina e i vini locali.

Il Municipio, situato in piazza San Paolo, fu costruito nel XVII secolo e rimaneggiato in tempi successivi; si trova a fianco dell’oratorio di San Rocco, eretto nel XVI secolo e riedificato nel 1613 con il contributo di Ranuccio I Farnese, sotto la tutela degli Anguissola.

Il castello si affacciava invece sulla piazzetta dell’antico centro, in posizione sopraelevata rispetto alla piazza principale, ed era il baluardo della resistenza ghibellina contro le rivolte dei popolani; nel XVIII è stato sostituito da Villa Anguissola Scotti, voluta dal nobile Ranuccio Anguissola e progettata da Lotario Tomba, oggi di proprietà privata.

Durante la seconda guerra mondiale Rivergaro fu teatro di scontri con le brigate partigiane guidate dal capitano Alberto Araldi, detto Paolo, a cui è dedicata la piazza principale e il suo monumento.

Lungo la strada tra Piacenza e Rivergaro quattro località ricordano i nomi degli antichi accampamenti romani, numerati in ordine crescente: Quarto, Settima, Ottavello e Niviano, il cui nome deriva dal numero nove. Il nome corrisponde alla distanza in miglia dall’abitato principale, in questo caso Piacenza. Così Quarto si trova a quattro miglia dalla città, Settima a sette e così via.


Da vedere in questo luogo

da non perdere nei dintorni

Eventi
Gli itinerari consigliati per te
Vivi e gusta