Castello di Groppoducale

Oggi della struttura originaria del Castello di Groppoducale rimane molto poco, perchè la rocca è stata più volte trasformata, da fortezza a dimora signorile, a sede di uffici pubblici come la Scuola Comunale.

Nella primavera del 2003 è terminata la ristrutturazione ed ora il castello è come nuovo: sono stati rifatti i tetti e ristrutturati tutti gli ambienti interni fornendoli di comfort e servizi adeguati alle esigenze di vita moderne. Di particolare bellezza è il salone principale che può accogliere molte decine di persone con un impressionante sotto tetto interamente di legno ricostruito con le travi originali.

La prima citazione del castello di Groppoducale risale al 1385, quando tra i possedimenti del signore di Fiorenzuola Branca Fulgosio viene nominata la località di Groppo Dugario. nonostante egli avesse lasciato i suoi beni in eredità ai nipoti, poco dopo la sua morte risultarono proprietari del feudo i nobili Nicelli, che più a valle possedevano già l'imponente Caminata. Nel 1820 fu poi ceduto all'Opera Parrocchiale.

Per ora il Castello è la sede del salone parrocchiale e del centro culturale “Punti di Luce” che promuove iniziative quali il Concorso Letterario delle Valli Piacentine; in ogni caso, si tratta di una struttura importante da tutti i punti di vista e nulla vieta di utilizzarlo in futuro per altri scopi, come convegni, attività culturali o come punto di informazione turistica o ostello per escursionisti e pellegrini.


da non perdere nei dintorni

Eventi
Gli itinerari consigliati per te
Vivi e gusta