Oratorio di San Cristoforo

L'edificio è stato commissionato dalla Confraternita detta della Morte, esistente sin dal 1260 presso la chiesa di santa Maria dell'Argine. Nel XVI secolo l'associazione religiosa trovava poi sistemazione nella chiesa di San Silvestro, denominata della "Morte Vecchia".

La Chiesa di San Cristoforo, detta "della Morte Nuova" viene edificata a partire dall'anno 1686 ed inaugurata nel 1690. Soppressa nel periodo francese viene riaperta nel periodo della Restaurazione, ma nel frattempo la confraternita era stata sciolta. Dopo diverse operazioni di recupero è stata possibile la riapertura, con destinazione a sede dell'Istituto Diocesano per la Musica Sacra "San Cristoforo" nella primavera del 2003. Dal 2020 ospita il Piccolo Museo della Poesia

La pianta circolare e raccolta richiama l'idea di un luogo intimo, costruito per la comunità. Certamente l'opera é frutto di una collaborazione tra il Galli Bibiena e l'architetto ducale Domenico Valmagini. Nell'interno viene sottolineata l'impostazione teatrale mediante un accordo tra architettura reale, nicchie e palchetti, e quella invece dipinta a quadratura dal Bibiena e dal Natali. Presenti opere pittoriche di Ambrogi Besozzi e Robert De Longe.


da non perdere nei dintorni

Eventi
Gli itinerari consigliati per te
Vivi e gusta