Castello di Lisignano

Il Castello di Lisignano è uno dei pochi della provincia dotato di un suggestivo fossato ancora invaso dalle acque provenienti dal vicino torrente Luretta; la pianta rettangolare presenta quattro torri rotonde agli angoli e vi si accede attraverso un ponte levatoio dotato di bolzoni in legno e catene. 

Fu eretto con molta probabilità prima dell’anno Mille, ma è citato per la prima volta solo nel 1203 e poi nel 1244 quando vi soggiornò il marchese di Hohenburg, il vicario dell’imperatore Federico II; successivamente divenne proprietà dell’Ospedale Grande di Piacenza. 

L'interno ha subito molte trasformazioni nel corso del Settecento: nel cortile si sviluppa un duplice portico in stile barocco, mentre un ampio scalone porta al piano superiore; le stanze, ampie e luminose, hanno soffitti a vela e a lunettoni. 

Nei sotterranei si possono ancora trovare locali una volta adibiti a prigione, in cui i condannati venivano calati mediante una botola aperta nel soffitto; la leggenda vuole che esista anche una galleria sotterranea che porterebbe al castello di Agazzano passando sotto il Luretta. Oggi il castello appartiene a privati. 


da non perdere nei dintorni

Eventi
Gli itinerari consigliati per te
Vivi e gusta