Fiume Po

Il fiume Po è il maggiore tra quelli italiani, per la lunghezza (652 km), per l'ampiezza del suo bacino idrografico e per l'entità della portata. Nasce dal versante settentrionale del Monviso e per la maggior parte del suo percorso scorre in territorio pianeggiante, che da esso prende il nome (Pianura o Valle Padana), attraversando 13 province, tra cui quella di Piacenza. 

Sulle sue rive abitano circa 16 milioni di persone e sono concentrate oltre un terzo delle industrie e della produzione agricola italiana, così come oltre la metà del patrimonio zootecnico. Ciò rende il Po e il suo bacino una zona fondamentale e strategica per l'intera economia italiana ed una delle aree europee con la più alta concentrazione di popolazione, industrie e attività commerciali.

A Piacenza, dopo aver perlustrato le vie cittadine, raccomandiamo di fare un giro fuori dalle mura per iniziare un percorso a piedi o in bicicletta lungo l’argine del Po. Gli itinerari da percorrere sono due: uno in direzione est verso via Nino Bixio, l’altro in direzione ovest verso la Società canottieri Vittorino da Feltre. 

Durante il viaggio di ritorno si può godere di una bellissima veduta della città: racchiusi nel recinto delle antiche mura si distinguono facilmente l’imponente mole di Palazzo Farnese, Palazzo Gotico, le chiese di santa Maria di campagna e di San Sisto, mentre su tutti gli antichi fabbricati svetta il campanile della Cattedrale. 

Sul fiume Po sono possibili escursioni turistiche, servendosi della Motonave Calpurnia che può trasportare fino a 90 passeggeri. Gli attracchi sono localizzati a Piacenza, Roncarolo, Caorso e San Nazzaro di Monticelli d’Ongina. 

Tra le aree protette dislocate lungo il corso piacentino del Po merita senz’altro un cenno l’Isola de Pinedo, un’oasi naturalistica localizzata nel territorio del comune di Caorso molto interessante sia dal punto di vista botanico che faunistico.


da non perdere nei dintorni

Specialità e servizi
Scopri il territorio
Vivi e gusta
Approfondimenti e tipicità