Statistiche web

Stand-up comedy: Antonio Piazza - Emanuele Tumulo

Venerdì 25 novembre, presso il Circolo Arci Belleri, stand-up comedy con Antonio Piazza e Emanuele Tumulo.

ANTONIO PIAZZA - Stand-up comedian, autore e cantante. Stella decaduta della musica ska degli anni 2000, dopo dieci anni di tour molla tutto e si trasferisce a Pisa per dedicarsi alla sua grande passione: l'ingegneria. Da lì segue una grandissima carriera nei migliori studi di psicoterapia italiani, un tour che lo porta a Torino, dove scopre che la depressione fa ridere. Così a fine 2019 inizia a girare l’Italia con il suo primo monologo "La vivo male"; tre mesi dopo scoppia una pandemia mondiale. Nel 2022 scrive "LUNGODORA", nuovo monologo che prende il nome del quartiere torinese in cui ha passato la quarantena e se tanto ci dà tanto tra tre mesi potrebbero scoppiare gli abitanti di Torino. Fa parte dei “Comici in piedi" conosciuto come “quello pelato accanto a Pippo Ricciardi”. Nell'attesa di diventare famoso ha aperto per gente famosa come Luca Ravenna, Michela Giraud, Edoardo Ferrario, Francesco De Carlo, Saverio Raimondo, Filippo Giardina, Giorgio Montanini, Pietro Sparacino e Daniele Fabbri.

EMANUELE TUMULO - Classe 1986, alto un 187 cm fin dalla terza media, cresce di 18 centimetri tra i 12 e 13 anni, dando un nuovo significato alla frase “nato nell’anno dell’esplosione di Cernobyl”.  Cresciuto in mezzo agli animali, sviluppa una forte empatia verso l’universo felino, tanto da assumerne alcuni tratti come il dormire 18 ore al giorno, vivere di notte e fumare erba gatta. Laureato in filosofia e DAMS, amante della letteratura, prova in ogni modo a darsi un’aria da intellettuale per giustificare la sua scarsissima attività sessuale. Emanuele è un attore, monologhista, artista di strada, improvvisatore, speaker radiofonico. Tutto, pur di non lavorare.

"Un ragazzo d'oro" - Un viaggio al limite dell’allucinogeno tra massimi sistemi, religione e famiglia, per sfogare il suo bisogno di attenzioni di maschio bianco, eterosessuale e superdotato, in un disperato tentativo di non prendersi troppo sul serio. Uno spettacolo a metà tra il monologo comico e il flusso di coscienza, una jam session sulla vita, i pensieri e le preoccupazioni di un “giovane” alle prese con messia assassini, nani che fumano e Transfomers disabili.

Ingresso gratuito

Date dell'evento: 25/11/2022


da non perdere nei dintorni

Vivi e gusta
Scopri il territorio