Camminaparchi: Lo Stramonte di Diolo

Escursione, sabato 24 settembre, al tramonto tra fossili e vigneti. Protagonisti dell'escursione saranno i calanchi che sovrastano il Rio Stramonte di Diolo, in cui affiorano strati fossiliferi del Pliocene superiore (3,0 - 2,5 milioni di anni fa). Si parlerà dell'evoluzione dell'Antico Mare Padano e dei fossili rinvenibili lungo il sentiero, resti dei molluschi marini costieri che popolavano il caldo mare sub-tropicale che si estendeva su queste aree, delle caratteristiche degli ambienti calanchivi e della storia del territorio, qui particolarmente legata alla viticultura e alla vinificazione.

Dal parcheggio del centro "La Torricella", ci si incammina per un breve tratto lungo la strada asfaltata (poco frequentata, se non dai residenti), che porta alla località "Dametti"; da qui si inizia la salita lungo il sentiero che, attraverso i vigneti, ci porterà in breve tempo sul crinaletto lungo cui si snoda la maggior parte del sentiero. Il percorso si snoda in lieve salita fino ad arrivare alla quota massima di 276 m s.l.m. e lungo di esso si potranno osservare i fossili che affiorano in questa zona del Parco, circondati dai vigneti e ammirando i calanchi scavati dal Rio Stramonte. L'ultimo tratto del sentiero si snoda all'interno di un'area boscata, in cui è possibile intravvedere i resti di un edificio di epoca romana e termina all'incrocio con la strada asfaltata che da Prato Ottesola porta a Diolo, nei pressi di un piccolo parcheggio e della bacheca informativa del Parco. Il rientro avverrà lungo lo stesso sentiero percorso all'andata.

Grado di difficoltà: L'itinerario è lungo circa 4,0 km e di facile percorrenza, anche se in costante salita, che superato il tratto iniziale (in cui è più ripida), è piuttosto blanda. In caso di pioggia nei giorni precedenti, il sentiero risulta essere molto difficoltoso a causa del fondo argilloso, che diventa estremamente scivoloso (verranno fornite specifiche indicazioni all'atto della prenotazione). Bambini dai 10 anni, purché abituati a camminare su terreni impervi - Cani ammessi al guinzaglio: in questo caso portare l'acqua per il cane e una museruola, da usare in caso di necessità.

Dislivello in salita: 94 m; dislivello in discesa: 94 m - Tempo di percorrenza: 2,30 h.

Ritrovo: sabato 24 settembre ore 15.30 c/o Parcheggio nei pressi del centro "La Torricella", loc. La Torricella di Lugagnano Val D'Arda (PC). Termine escursione ore 18.00

Attrezzatura richiesta: Scarponi da trekking con suola scolpita, bastoncini da trekking, pantaloni lunghi, giacca antivento, crema solare, acqua e occhiali da sole.

Organizzatore: Astrea Società Cooperativa. Guida: Simona Alberoni (Guida Ambientale Escursionistica, Accompagnatore Turistico)

Costo di partecipazione: 10 euro adulti, 8 euro bambini e ragazzi fino a 14 anni

Prenotazione obbligatoria: Astrea Società Cooperativa - e-mail: [email protected]; cell.: 328 8960870; FB: Astrea Escursioni e Didattica; Link per la prenotazione: https://forms.gle/PypuBvhYpPYCaS947.

Una volta compilato il modulo, contattare telefonicamente o via e-mail, per ricevere conferma della prenotazione. Prenotazioni da effettuarsi entro le ore 18.00 del giorno precedente l'escursione. Si invierà conferma della prenotazione tramite e-mail, messaggio WhatsApp o sms.

Prima dell'escursione è possibile svolgere una visita libera (senza guida) del museo paleontologico "G. Cortesi" a Castell'Arquato, in cui sono conservati i reperti fossili rinvenuti nelle zone interessate dall'escursione (sabato e domenica: 10.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00, costo 3,50 € intero, 2,50 € ridotto).

Per chi lo desidera, al termine dell'escursione sarà possibile acquistare il vino prodotto dalle Aziende vitivinicole locali.

Date dell'evento: 24/09/2022


da non perdere nei dintorni

Vivi e gusta
Scopri il territorio